Analisi fondamentale – Definizione e significato

analisi fondamentale

Come abbiamo già visto in sintesi, l’analisi fondamentale fa parte della seconda tipologia di strumenti analitici offerti dal mercato valutario denominato Forex.

Al contrario dell’analisi tecnica, si basa prettamente sullo studio di eventi e caratteristiche “esterni” alla compravendita delle valute estere.

Questo significa che, tramite l’analisi fondamentale, un investitore utilizza dati ed informazioni di natura, ad esempio, politica, economica, sociale, geografica, per relazionare la “forza” della moneta in questione alla “salute” del Paese che la adotta.

Il futuro di una valuta può essere, infatti, previsto servendosi di dati come i tassi d’inflazione, le percentuali relative alla disoccupazione o all’occupazione della popolazione, la presenza di carestie, guerre, invasioni militari o altri fattori destabilizzanti, l’incidenza di terremoti, uragani, eruzioni vulcaniche, e così via.

A differenza dell’analisi tecnica, che si fonda sullo studio dei risultati all’interno del mercato di specifici eventi esterni, l’analisi fondamentale mira a determinare il valore di un particolare strumento finanziario sulle basi delle condizioni in cui versa il Paese possessore di una data valuta, merce o prodotto. Un esempio sono le caratteristiche politiche ed economiche della Nazione in questione.

A livello più generale, l’analista fondamentale studia tutti quei fattori che contribuisco al condizionamento della domanda e dell’offerta di un determinato strumento o prodotto finanziario.

Di fatti, una diminuzione dell’offerta porterebbe ad un aumento dei prezzi di mercato mentre un aumento nell’offerta porterebbe ad una diminuzione dei prezzi. Questo concetto, alla base di tutta la letteratura della scienza economica, è applicabile perfettamente al Forex, nella stessa misura in cui trova applicazione pratica nel mercato azionario o nell’economia reale.

A guidare l’analista fondamentale ci sono, ad esempio:

  • le domande e le offerte relative a prodotti, servizi o valute di una data Nazione
  • i rendimenti passati di prodotti, servizi e valute
  • i rendimenti ipotetici di prodotti, servizi e valute
  • la qualità della gestione e le politiche governative relative ai suddetti prodotti, servizi o valute
  • tutti gli indicatori economici

È da queste informazioni che l’analista fondamentale estrapola un modello, sempre con lo scopo di determinare il valore (attuale o ipotetico) di specifici prodotti, servizi o valute.

Un approccio molto semplicistico all’analisi fondamentale, consiste nel ridurre tutte le informazioni che si possono consultare, al dato che li riassume tutti: i tassi d’interesse delle Banche Centrali.

Quando l’economia di una nazione è stagnante, dopo attente valutazioni, la Banca Centrale di riferimento cambia la politica monetaria, alzando i tassi d’interesse. Questa manovra dovrebbe aumentare la liquidità e gli investimenti esteri, in quanto la valuta acquisisce un rendimento maggiore. Gli investitori sono portati a liquidare i propri titoli azionari, spostando i loro capitali comprando la valuta in questione. Tutto ciò causa un aumento della richiesta e di conseguenza assistiamo a un apprezzamento dello strumento finanziario.

Qui possiamo osservare anche la correlazione che esiste tra Forex e Mercato azionario. Difatti quando la Borsa sale, le valute ad alto rendimento, come la sterlina inglese o il dollaro neozelandese si deprezzano, in quanto c’è una maggiore tendenza al rischio (e quindi al rendimento) che influenza le scelte degli investitori. Di contro, quando è più conveniente investire sulle valute, gli indici azionari perdono di forza. Ma questo concetto lo affronteremo meglio quando parleremo delle correlazioni che esistono nel mercato Forex.

Inoltre, le decisioni relative ai tassi d’interesse, sono un indice di salute sullo stato di salute di un’economia. Anche quando i tassi rimangono invariati, il mercato accoglie la notizia con partecipazione, facendo le proprie valutazioni caso per caso.

Conclusioni

L’analisi fondamentale è focalizzata su ciò che dovrebbe accadere nel mercato a seguito di vari eventi.

Si occupa di analizzare le cause delle oscillazioni del mercato Forex, utilizza strumenti e dati “esterni” al mercato come la situazione politica, economica e sociale del Paese che adotta una data valuta, la presenza di guerre, carestie, disastri climatici (uragani, tornado, terremoti, maremoti, fenomeni vulcanici) e le politiche di governo.

Apri un conto di trading

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *