Come leggere un grafico a candele

grafico forex

I soggetti che operano sul mercato Forex, essenzialmente, seguono due tecniche di trading. La prima viene denominata analisi fondamentale, e consiste nella ricerca di fonti informative economiche per capire come la domanda ed offerta di un cambio siano influenzate dai cosiddetti market mover, tassi di interesse delle banche centrali, analisi sul mercato del lavoro, dati sull’inflazione e  situazione economica generale delle varie nazioni.

Per analisi tecnica, invece, si intende lo studio grafico di uno strumento finanziario coadiuvandosi con l’aiuto di indicatori e oscillatori (ma non sempre), per capire quando è il momento di effettuare un’operazione oppure uscire dal mercato.

Nel grafico di un cambio viene racchiusa tutta la tua storia, che i traders osservano con attenzione e scrupolo in quanto le due regole principali del Forex sono: il mercato si muove a cicli e la storia si ripete. Quindi capire il passato di uno strumento finanziario è importante per cercare di prevederne il futuro.

L’andamento di un cambio può essere osservato in diverse modalità temporali, si può esaminare come si è mosso lo strumento su scala mensile, settimanale, giornaliera e anche su periodi più brevi, come il 4 ore o il 5 minuti. Questi intervalli temporali sono chiamati timeframe.

I grafici sono considerati da tutti i traders come degli eccezionali strumenti di analisi. Senza di questi l’investitore privato, il cosiddetto trader retail, non potrebbe in alcuna maniera operare sul forex. Attraverso la loro lettura si potrà intuire non solo l’andamento del mercato ma anche i rapporti di forza vigenti fra le diverse valute, rappresentati graficamente e facilmente comprensibili.

Essendo il grafico un elemento fondamentale per l’analisi tecnica, è facile immaginare che ne esistano una quantità notevole, anche se i più utilizzati sono solo tre:

  1. grafico lineare
  2. grafico a barre
  3. grafico a candele

Il grafico lineare, il più elementare dei tre, rappresenta solamente il trend di mercato attraverso una linea continua. Essendo un grafico particolarmente semplice, le informazioni che si possono estrapolare da esso, sono molto limitate e inadeguate per “prevedere” le future oscillazioni del mercato.

Il grafico a barre è sicuramente più ricco di informazioni e decisamente più complesso rispetto alla tipologia precedente. Al suo interno, oltre al trend del mercato, vengono mostrati anche i prezzi di apertura e di chiusura, oltre ai massimi e minimi raggiunti in un determinato periodo di tempo.

La tipologia di grafico più utilizzata nel mercato Forex é quello chiamato a “candele“, in cui ogni barra, o appunto una candlestick, rappresenta un elemento dell’intervallo cronologico osservato, se stiamo analizzando un timeframe daily, ogni candela rappresenta una giornata del mercato. Le candele giapponesi sono molto popolari, perché a differenza dei grafici lineari, contengono molte più informazioni, come i prezzi di chiusura e apertura, le quotazioni massime e minime toccate, ma si possono anche estrapolare anche informazioni più legate alla sfera psicologica del mercato.

La candela è composta da un corpo centrale, più o meno esteso, e proprio la sua ampiezza ci suggerisce se la seduta è stata densa di volumi o povera di emozioni. In moltissimi casi la candela può presentare anche delle estensioni sui suoi estremi, che d’ora in avanti chiameremo ombre. I colori con cui si possono rappresentare le candele sono rosso o blu (su alcune piattaforme il blu é sostituito dal verde), una candela rossa ci suggerisce che rispetto all’intervallo precedente, il prezzo ha chiuso con una quotazione inferiore, discorso speculare nel caso di una candela blu, dove la quotazione ha subito un rialzo sempre in rapporto all’elemento precedente.

grafico forex a candeleNelle candele blu, il prezzo di apertura si trova nel suo apice inferiore, mentre la chiusura è collocata sull’apice superiore, nelle candele rosse invece il discorso è esattamente l’opposto; apertura in alto e chiusura in basso. Abbiamo accennato poco fa alle ombre, sia nelle candele rosse che nelle candele blu l’ombra superiore ci indica il prezzo massimo che lo strumento ha raggiunto, senza però consolidarlo, e l’ombra inferiore sta ad indicare la quotazione minima che il cambio ha toccato per poi subire uno storno.

Tipologie di candele presenti nel grafico

Come abbiamo detto in precedenza, un grafico a candele è largamente utilizzato grazie a tutte le informazioni che si possono estrapolare da esso. Dalla conformazione stessa di una candela si può facilmente capire il sentimento del mercato, a seconda di particolari modelli di candele, detti pattern, possiamo andare a ricercare dei segnali operativi, ma prima di addentraci in questo argomento, dobbiamo avere chiara la visione singola delle principali categorie di candele:

Short day

Possiamo definirla anche short line, tipica delle sedute poco interessanti, la candela rispecchia l’assenza di liquidità nel mercato, avendo un corpo molto piccolo ci suggerisce l’assenza di volatilità degna di nota.short day

Long day

Al contrario, questa candela, chiamata anche long line, si presenta con una notevole differenza tra il prezzo di chiusura e quello di apertura, è sintomo di una seduta ad alta volatilità e di una imponente liquidità immessa nel mercato.long day candle

Marubozu

Appartiene alla famiglia delle long candle, questa particolare tipologia di candela, caratterizzata da un corpo molto esteso e dall’assenza di ombre, quindi in caso di una candela rialzista il prezzo massimo coindice con il prezzo di chiusura, mentre in una candela ribassista, il prezzo minimo coincide con il prezzo di chiusura. La candela Maruobozu indica una forte prevalenza dei venditori, in caso di candela rossa, al contrario la candela blu ci mostra una forza tendenza bullish.marubozu

Spinning top

Queste candele hanno la particolare caratteristica di presentarsi con delle ombre molto più estese rispetto al corpo centrale e possiamo tranquillamente distinguerle in quattro tipologie:

Lower Shadow

Range di prezzo apertura-chiusura molto stresso, ombra inferiore non particolarmente estesa, assenza di ombra superiore. La candela può essere sia rossa (black lower shadow) che blu (white lower shadow), entrambe ci dicono di una chiusura sui minimi non riusciti, ma il colore del corpo è sintomatico della loro implicazione, positiva o negativa.lower shadow

Upper Shadow

Corpo ristretto, l’ombra è assente nell’apice inferiore, mentre un’estensione si presenta sull’apice superiore. Come per la tipologia precedente, l’upper shadow può avere una chiusura positiva o negativa, segnala un massimo toccato ma non consolidato, ma attenzione sempre alla valenza (rossa o blu).upper shadow

Doji

Si riconosce da un corpo inconsistente o comunque non molto esteso, al contrario entrambe le ombre si presentano molto pronunciate, la candela ci sta dicendo che il mercato ha provato ad andare in entrambe le direzioni, ma alla fine il prezzo è tornato alla situazione di partenza, sintomo di un’evidente indecisione degli investitori e di una situazione economica non molto chiara. Al presentarsi di questa candela, conviene rimanere flat (fuori dal mercato) in attesa di segnali più chiari.doji

Pin Candle

La candela Pin, anche detta Pinocchio, può essere sia rossa che blu, con un corpo non particolarmente esteso, ma con un’ombra molto pronunciata. Questa candela va interpretata come un segnale d’inversione, il mercato ha provato ad andare in data direzione, ma ha trovato un ostacolo molto forte che ha stornato il prezzo. Maggiore sarà l’ampiezza dell’ombra è più sarà da considerarsi attendibile la possibilità di un cambio di tendenza.candela pin

Apri un conto di trading

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *