Strategia Pin Bar

Strategia forex pin candle

La strategia basata sulla formazione di una Pin Bar è una delle tecniche più semplici nel panorama del trading online. Semplice, perché l’individuazione del segnale operativo è molto evidente e non ci sono particolari considerazioni tecniche da considerare prima di entrare a mercato.

La Pin Candle può verificarsi su qualsiasi timeframe, ma come spesso accade, le probabilità maggiori di un profitto ci vengono offerte dal grafico giornaliero.

Il motivo è molto semplice, ogni strategia di trading non dovrebbe prescindere dai livelli chiave del prezzo e come sappiamo, i supporti e le resistenze più sentite dal mercato Forex, sono individuabili proprio nel grafico daily.

Ciononostante, la strategia è perfettamente applicabile anche ai timeframe inferiori.

Che cos’è la Pin Candle

La Pin Bar, anche detta Pinocchio, è una candela che presenta un corpo più o meno ristretto e un’ombra molto pronunciata. Assomiglia al naso del famoso burattino e esattamente come lui, la candela Pin non ci dice la verità. Osserviamo il grafico di seguito, dove abbiamo evidenziato una perfetta Pin Candle da manuale di trading.

Quando il mercato si prende una pausa, potremmo assistere alla formazione di una serie di candele comprese nel range di una candela genitore

Notiamo che la candela ha un colore rosso e che l’ombra inferiore ha raggiunto una quotazione molto inferiore rispetto alla chiusura della candela giapponese precedente.

Un occhio inesperto potrebbe scambiarla per un segnale ribassista, d’altronde ci sono tutti gli elementi per far presagire una rottura del supporto e una continuazione del trend al ribasso.

Ma un trader esperto sa quello che sta suggerendo la candela Pin. Il prezzo ha provato effettivamente a sfondare al ribasso, ma la forza dei compratori è stata nettamente più forte, ecco perché il prezzo ha stornato, delineando quella particolare conformazione.

Abbiamo capito che il prezzo non può andare al ribasso, perché l’ostacolo è troppo forte. Quindi, se non può scendere ulteriormente, non rimane che una direzione dove convogliare il mercato.

Come tradare una Pin Candle

Le candele Pinocchio possono avere un’estensione molto ampia. In alcuni casi, l’ombra può raggiungere anche un centinaio di pips. Teniamo presente quanto più è esteso il naso di Pinocchio e maggiore è la forza con la quale si è scontrato il prezzo. Una forza che è pronta a prendere il sopravvento e spingere la quotazione in suo favore.

Di contro, un’estensione molto ampia, significa che in caso di un mercato “ostile”, che non segua il segnale, la perdita potenziale sarà più importante.

Strategia con Pin Bar - Livello d'entrata

Facciamo un esempio su un grafico reale per capire meglio questi concetti. Stiamo osservando il timeframe giornaliero del cambio AUD/JPY, dove abbiamo individuato la Pin Candle. Operazione in acquisto, chiara come il sole. Come primo target della posizione, consideriamo la prima resistenza in area 95,62. Un secondo target in estensione invece è dato dalla seconda linea che abbiamo tracciato, sul livello 98,52.

A questo punto dobbiamo considerare il nostro stop loss. Dobbiamo collocarlo dove si esaurisce la valenza del segnale di acquisto, dunque l’operazione viene invalidata quando la quotazione esce dal range dell’ombra inferiore della Pin. È quindi evidente come la perdita potenziale sia correlata all’estensione del Pin Candle.

Per quanto riguarda il livello di entrata, possiamo cercare di migliorare il rapporto rischio/rendimento, ricercando un momentaneo ritracciamento della quotazione. Vediamo nel grafico come il prezzo, prima di prendere una direzionalità rialzista, abbia in un primo momento ritracciato di circa il 30% il range della Pin Candle. Una strategia più prudente, poteva consistere nel collocare uno stop limit proprio in quell’area.

Di contro, se non si fosse verificato il ritracciamento e il prezzo avesse preso subito la corsa verso l’alto, il nostro ordine non sarebbe stato toccato. Come sempre in questi casi, possiamo avvalerci dell’ordine OCO, con i due livelli di entrata posti uno al di sopra della Pin Candle, mentre il secondo posto in corrispondenza del 25%-30% del range della Pinocchio.

Analizziamo un’altra situazione, questa volta stiamo osservando il grafico dell’Aussie (AUD/USD), dove ho evidenziato due pin candle consecutive.

Pin Candle segnale d'inversione

Abbiamo inserito anche l’indicatore EMA21, per evidenziare meglio la direzionalità del trend, che non appare chiara dalla price action. Possiamo notare come la prima candela Pin, tocchi la media mobile, determinando lo storno del prezzo. Pur avendo un’estensione superiore pronunciata, l’ombra inferiore doveva metterci in guardia circa la riuscita dell’operazione in vendita.

Nella seduta successiva, il grafico ci mostra una nuova candela Pin, questa volta da manuale: ombra superiore estesa, corpo centrale molto ristretto e nessuna estensione inferiore. Vediamo infatti come il prezzo, nelle sessioni successive, riesca a violare la media mobile e arrivare quasi nei pressi del primo supporto sul livello 0,6900. Il segnale si sarebbe potuto tradare, avendo un rapporto rischio/rendimento quasi ottimale, considerando un take profit di 240 pips circa e uno stop loss di 140 pips.

Con questo esempio, vogliamo sottolineare l’importanza d’individuare un segnale quanto più pulito possibile, nel momento in cui si considera un’operazione in controtrend.

Conclusioni

Anche se la Pin Candle è un segnale semplice da individuare e il suo trade ha una buona probabilità di riuscita, non dobbiamo farci prendere la mano andando a tradare tutte quelle candele che ci sembrano corrispondere al pattern. È molto importante aspettare che la candela abbia completato la sua formazione e come ripetiamo spesso, integrare il segnale con una corretta individuazione dei livelli chiave del prezzo, dove la formazione di una Pin Candle è chiaramente un segnale più forte, rispetto alla sua presenza in una zona neutra del grafico.

Apri un conto di trading

plus500
plus500

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *