Che cos’è un broker ?

cos'è un broker

Un broker è un intermediario che ci permette di avere accesso al mercato interbancario delle valute, un ambiente in cui operano direttamente le banche, i grandi fondi d’investimento, i grossi operatori del mercato. I clienti privati, cosiddetti retails, non possono accedere direttamente al mercato, per cui hanno bisogno appunto di un intermediario, che opererà per conto del cliente eseguendo gli ordini che gli verranno inoltrati.

A sua volta, il broker per eseguire transazioni finanziare deve essere in possesso di una licenza, rilasciata dalle principali Autorità di Vigilanza in materia di attività finanziaria, con giurisdizione sui paesi membri della Comunità Europea. Possiamo citare le più famose, come la Consob, la Financial Conduct Authority e la CySEC.

Oltre a fornire la licenza per operare sul mercato, questi organismi vigilano sulla condotta del broker, fornendo un regolamento al quale essi si devono adeguare, con l’intenzione di tutelare l’investitore da comportamenti fraudolenti e dallo stesso rischio di fallimento del broker stesso. Ad esempio, secondo quanto dispongono le Autorità di vigilanza, i fondi dei clienti debbono essere depositati su conti segregati ai quali il broker non può accedere per finanziare la propria attività.

Tipologie di Broker presenti nel mercato Forex

I broker operano con due metodologia; da una parte abbiamo il broker Dealing Desk, anche detto Market Maker, dall’altra c’è il broker che opera in modalità No Dealing Desk (NDD).

La prima tipologia di broker, nel momento in cui riceve un ordine da parte di un cliente, ha due alternative : o inoltrare l’ordine al mercato interbancario, oppure trasmettere un proprio ordine in posizione contraria a quella del cliente. In sostanza questa tipologia di broker funziona da controparte al cliente, gli fornisce la liquidità per eseguire l’operazione, si prende tutto il rischio in caso di gain, ma se il mercato da torto al cliente guadagnerà l’intera perdita. Ovviamente, questo tipo di broker non terrà questa condotta con tutti i suoi clienti, come possiamo facilmente intuire, ci sarà un periodo di studio, in cui saranno valutate le performance dei traders, con una suddivisione tra traders profittevoli e parco buoi, dopo di che gli ordini dei traders vincenti saranno inoltrati al mercato, mentre il destino degli altri è di perdere tutto il capitale che andrà a finanziare il broker.

Tutto questo non è illecito, ne tanto meno scorretto, è una modalità di trading; il broker dealing desk guadagna sulle perdite dei clienti.

broker dealing desk

Altro elemento caratterizzante del broker market maker è il requote, letteralmente riquotazione; può verificarsi, nel momento in cui si inoltra un ordine in piattaforma, un rifiuto del broker ad eseguire l’ordine al prezzo corrente, proponendo al cliente una quotazione diversa, chiaramente a vantaggio del broker stesso. Starà poi al trader decidere se accettare la nuova quotazione o meno.

Veniamo adesso ai broker No Dealing Desk, coloro i quali inoltrano gli ordini dei clienti al mercato interbancario, attraverso un processo automatico che si svolge all’interno di un network di server, che mette in comunicazione i tre soggetti coinvolti nella transazione : cliente, broker e banca.

Il broker No Dealing Desk, può essere di tipo Straight Through Processing (STP) o Electronic Communication Network (ECN). La differenza sostanziale consiste nel fatto che il broker ECN fornisce al trader qualche informazione in più, come la liquidità in circolazione e i volumi.

Su cosa guadagna un broker NDD ?

Abbiamo già parlato in precedenza dello spread, il differenziale tra prezzo di vendita e prezzo di acquisto, una differenza che viene trattenuta dal broker come costo del servizio che offre.

Inoltre i broker ECN possono inserire nelle loro condizioni di trading, i costi delle commissioni, che possono essere di tipo fisso, variabile o regressive, ossia che andranno a scendere mano a mano che il trader aumenterà il volume generato dalle sue transazioni.

Apri un conto di trading

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *